Caratteri botanici

È una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Zinziberacee. Ha un portamento eretto e può raggiungere il metro e mezzo di altezza. La sua radice che, è l'unica parte commestibile, è detta rizoma e a maturazione può superare i 10 cm di lunghezza. Ha una forma molto irregolare di colore marrone chiaro esternamente e giallo internamente, dalla sua superficie partono piccole radici secondarie. Questo rizoma carnoso e ramificato emette dei lunghi steli che si trasformano in parte in foglie sempreverdi strette a forma di lancia che sono disposte a due a due in modo alternato, in parte in infiorescenze fertili con fiori giallo verdastri. Le foglie dello zenzero sono di un verde intenso e lucente che, se strofinate, emettono un gradevole profumo che assomiglia molto all'aroma del limone. Il suo frutto è una capsula divisa in scomparti che contengono molti semi.

COD: 146 Categoria: Tag:

Descrizione

Coltivazione

Lo zenzero è una pianta che si sviluppa al meglio dove il clima è tropicale o subtropicale quindi con forte umidità e temperature elevate. Se la temperatura scende sotto i 15° C. questa pianta inizia a soffrire e la sua crescita si arresta. L’esposizione migliore è quella semi ombreggiata ma con una forte luminosità. Il sole diretto, il vento, il terreno secco o imbevuto d’acqua causano scottature alle foglie o marciumi al rizoma in caso di ristagni d’acqua nel terreno. Il terreno deve essere ben drenato, soffice e fertile; non vuole terreni troppo compatti perché sarebbe difficile la crescita del suo rizoma e non sopporta i terreni calcari. Questa pianta fa la sua bella figura anche in appartamenti e si adatta bene al chiuso dei locali se il suo contenitore è collocato in un luogo ben luminoso e la pianta viene nebulizzata spesso per ricreare l’umidità a lei così gradita.

Raccolta e conservazione

L’epoca migliore per raccogliere i rizomi è il periodo di gennaio e febbraio da piante di almeno 6 mesi di età. Quanto più il rizoma viene raccolto da piante vecchie tanto più il suo sapore diventa forte e pungente. È possibile consumarlo fresco o farlo essiccare al sole per poi macinarlo e ridurlo in polvere. La radice di zenzero fresca si conserva in frigorifero in un sacchetto per alimenti mentre se è secca o in polvere si ripone in un contenitore a chiusura ermetica tenuto in un luogo asciutto e buio.

Uso in cucina

Lo zenzero è caratterizzato da un gusto molto pungente ed intenso, lievemente piccante, con un profumo fresco e pulito che ricorda quello del limone. Questa spezia è ideale in cucina come condimento aromatizzante, sia per ricette dolci che salate; conferisce un profumo e un gusto particolare a marmellate, creme, frutta fresca o candita, ma anche dolci al forno, liquori e gelati. Delizioso anche con il cioccolato, il miele o lo zucchero, e con le noci. Riguardo le pietanze salate, lo troviamo nei piatti di curry con legumi, come accompagnamento di carne, pesce e crostacei, sotto forma di condimento o di salse. Inoltre, grazie alla sua azione antiossidante sui grassi, è sfruttato frequentemente anche come conservante naturale di cibi.

Curiosità

  • Lo zenzero è originario dell’India e della Malesia e viene coltivato nelle zone tropicali. La parte utilizzata è quella del rizoma, che viene usato fresco.
  • Fin dai tempi antichi la carnosa e profumata radice di zenzero veniva usata in erboristeria e in cucina.
  • Gli indiani, oltre ad apprezzarne il sapore speziato e le proprietà digestive, la usavano come strumento di purificazione, e la ritenevano utile a elevare l’uomo ai confini della divinità. Prima dei rituali religiosi era infatti proibito mangiare agli e cipolle, che, rendevano l’alito pesante, potevano risultare sgraditi agli dei; in compenso era indicato masticare grande quantità di zenzero, in modo da rendere l’alito fresco e profumato, la bocca purificata e adatta a elevare canti alle divinità.
  • Anche in Cina erano attribuite le stesse proprietà. I Cinesi, già nel 3000 a.C., ne utilizzavano la radice per curare raffreddori, tetano e lebbra e, più tardi, come rimedio contro il mal di mare.
  • Lo zenzero aiuta ad allontanare le zanzare. Basta metterlo in un barattolo di vetro con acqua, rosmarino e limone.
  • Aiuta a combattere la nausea in gravidanza, il mal di mare, è un antinfiammatorio e un analgesico molto efficace. Ottimo per combattere i dolori mestruali.
  • La tisana allo zenzero dolcificata con miele è un ottimo rimedio naturale in caso di tosse, raffreddore e mal di gola.
  • Lo sapevate che… aggiungendo un pezzo di zenzero nel soffritto lo renderà molto più delicato?
  • Sembra che la ricetta dell’omino di pan di zenzero, un classico biscotto natalizio inglese, popolare anche in Nord America, sia stata inventata dalla Regina Elisabetta I, che offriva questi biscotti ai diplomatici stranieri.
  • In Thailandia lo zenzero trova applicazione soprattutto negli sport, in quanto gli impacchi di questa radice alleviano traumi, strappi, stiramenti, contusioni ed ematomi.

P.S.: Le proprietà terapeutiche sono inserite a scopo puramente indicativo, per ogni uso specifico consultare obbligatoriamente un dottore.

Send comment