Caratteri botanici

Pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Labiate. Il fusto è eretto e ramoso, le foglie sono opposte, grigio-verdi, dentate e pelose. I fiori sono bianco, azzurro pallido o porpora chiaro, raggruppati in spighe fioriscono da Maggio ad Agosto. Può arrivare ad un'altezza di 50 cm.

COD: 85 Categoria: Tag:

Descrizione

Coltivazione

La Nepeta cataria si coltiva in terreni drenati ed arricchiti di torba e concime. Resiste sia alle alte che alle basse temperature. Può essere esposta sia a mezza ombra che in pieno sole. Annaffiare regolarmente evitando i ristagni d’acqua. Questa pianta è la preferita dai gatti, difatti amano annusarla, masticarla e rotolarcisi sopra.

Raccolta e conservazione

Le foglie in cucina si usano fresche. Altrimenti, negli Stati Uniti, vengono essiccate per essere fumate nelle sigarette per far passare il singhiozzo.

Uso in cucina

I germogli insaporiscono insalate, carni (soprattutto quella di maiale), selvaggina, salse e servono a preparare una bevanda alternativa al tè. Le foglie più tenere sono usate per la preparazione di minestre.

Curiosità

  • In passato, si masticavano foglie fresche di nepeta nella speranza di alleviare il mal di denti. Inoltre si pensava che producesse effetti allucinogeni ed euforici al pari di una droga; invece, oggi, studi più approfonditi la considerano un’erba sedativa al pari della valeriana.
  • Talvolta le foglie sono impiegate per aromatizzare trinciati di tabacco.
  • La nepeta cataria ha il beneficio di allontanare le zanzare ma allo stesso tempo attira e api. È dunque una pianta adatta a creare un giardino per le api.
  • Dal nome della specie si capisce che questa pianta influenza il comportamento dei gatti. Il nepetolattone (che emana un forte odore simile alla menta) ha su di essi un’influenza neuro attiva. Nel momento in cui vengono a contatto con la pianta sentono l’odore che agisce in modo inebriante alla stessa stregua del “feromone” rilasciato dalle urine dei maschi, per cui il gatto inizia a fare le fusa, rotolandoci sopra, calpestandola e persino masticarla, assumendo un comportamento sessualmente eccitato, sia nei maschi che nelle femmine.
  • La nepeta cataria è una specie protetta.

P.S.: Le proprietà terapeutiche sono inserite a scopo puramente indicativo, per ogni uso specifico consultare obbligatoriamente un dottore.

Send comment