Caratteri botanici

La Lavanda Stoechas è un arbusto sempreverde e appartiene alla famiglia delle Labiate. Abbonda nei terreni silicei, caratterizzata dall'avere i fiori che si formano lungo le spighe fiorali con alla sommità un ciuffo di brattee fogliari che resistono anche dopo la caduta dei fiori. I fiori sono molto profumati e si formano a partire dalla primavera e per tutta l'estate. Le foglie sono molto strette e lineari, sono lisce, verde brillante o ricoperte da una leggera peluria. È la prima Lavanda a fiorire, già da Aprile anche all’aperto.

COD: 56-1 Categoria: Tag:

Descrizione

Coltivazione

La Lavanda Stoechas predilige terreni ben drenati, leggermente acidi e posizioni soleggiate. Non tollera ristagni d’acqua. Annaffiare al bisogno. Non sopravvive a temperature di congelamento. Non tollera venti forti. Cresce spontanea nelle coste della Liguria, Toscana, Sardegna e nel sud della Spagna.

Raccolta e conservazione

E’ un cespuglio impiegato ad uso decorativo e i fiori non sono adatti ad essere raccolti e conservati.

Uso in cucina

Non trova impiego in cucina.

Curiosità

  • È conosciuta e utilizzata dall’uomo da oltre 2500 anni.
  • Gli Egizi e i Fenici la impiegavano nei processi di mummificazione.
  • Tutte le sue proprietà benefiche sono state sfruttate anche ai tempi dei Romani.
  • Durante il Medioevo con questa varietà di lavanda si preparava un medicinale chiamato Sticadore utilizzato per curare crampi intestinali, nausea, vomito e singhiozzo.
  • Il profumo della lavanda attira le api, mentre non piace alle zanzare, che ne sono infastidite: è dunque consigliabile, nelle afose sere estive, frizionarsi con acqua di lavanda per rinfrescarsi e tenere lontane le zanzare.
  • Questa pianta ha una gradevole e unica fragranza che l’ha resa molto nota nell’industria dei profumi.
  • È coltivata ampiamente ad uso commerciale in Francia, Inghilterra e Romania.
  • Questi oli le conferiscono proprietà antisettiche, disinfettanti, vasodilatatrici, antinevralgiche, cicatrizzanti, diuretiche, per i dolori muscolari e artritici ed è considerata anche un leggero sedativo.
  • Come olio aromatico è impiegata per alleviare la nausea e come sedativo. Se ne può ricavare un infuso per gargarismi e per disinfettare le abrasioni eliminando così i pericoli di infezioni.
  • L’acqua di lavanda ha proprietà antisettiche ed è efficace come insettifugo.
  • L’infuso di fiori di lavanda allevia le emicranie originate da una lenta digestione, ha un’azione rilassante e antisettica per cui giova sia in caso di laringiti, alitosi e flatulenze.

P.S.: In Italia sono presenti diverse specie di lavanda, che dimostrano, però, tutte le medesime proprietà medicinali. Gli oli essenziali sono presenti in maniera variabile nelle diverse specie di lavanda e conferiscono quindi aromi differenti.

P.S.: Le proprietà terapeutiche sono inserite a scopo puramente indicativo, per ogni uso specifico consultare obbligatoriamente un dottore.

Send comment