Caratteri botanici

Il timo praecox è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Lamiaceae. Questa pianta rustica dal portamento strisciante a bassa crescita, difatti arriva ad una altezza di 3-8 cm. Produce un gran numero di piccoli fiori di color rosa/rosso carico da maggio ad agosto. Le foglioline sono sempreverdi, di color verde scuro, dalla fragrante profumazione. Il timo praecox è utilizzato per pareti di roccia, coperture suolo ed aiuole ed è molto bello accostato in giardini di piante aromatiche.

COD: 137 Categoria: Tag:

Descrizione

Coltivazione

È una pianta che cresce al meglio in un punto assolato del giardino, con terreno normale. Annaffiare regolarmente, lasciando asciugare la pianta tra un’annaffiatura e l’altra. Ha un buon grado di resistenza al freddo.

Raccolta e conservazione

Del timo si utilizzano le sommità fiorite e le foglie raccolte prima o all’inizio della fioritura. Sia le foglie che i fiori si possono usare sia freschi che essiccati. Si raccolgono con tutto il fusto che viene messo ad essiccare in un posto ombreggiato e ventilato.

Uso in cucina

Il Timo viene usato in cucina per insaporire e rendere più digeribili molti cibi, come carni arrosto, sughi, verdure, funghi, ripieni, oli, aceti aromatici, pizze ecc. Contrariamente quanto accade ad altre erbe (Basilico, Prezzemolo ecc.) il Timo con l’essiccazione mantiene il suo aroma, anzi risulta più forte e concentrato. Oltre ad essere usato come aroma in cucina, viene utilizzato per le sue proprietà balsamiche.

Curiosità

  • Il nome generico (Thymus) deriva da un antico nome greco usato da Teofrasto, un filosofo e botanico greco discepolo di Aristotele, il nome specifico (praecox) indica una pianta con fioritura precoce.
  • Nell’antica Grecia i boschetti di queste piante erano considerati sacri e il suo profumo si riteneva fosse “il respiro di Zeus”.
  • In antichità il timo era, con il rosmarino, menta ed issopo, una delle erbe che venivano tagliate ed appese nelle case per propiziare salute e felicità, in quello che era chiamato il “mazzetto degli dei”.
  • Il timo ha un’azione antibiotica, antimicrobica, spasmolitica, antireumatica, calmante, espettorante e sedativa della tosse. Stimola il sistema nervoso centrale, agevola la diuresi, ha azione vermifuga e favorisce la digestione dei grassi.
  • Il timolo, il principale olio essenziale, ha una forte azione antisettica utile come disinfettante intestinale e urinario, nonché come conservante.
  • Risolve problemi digestivi e di flatulenza.

P.S.: Le proprietà terapeutiche sono inserite a scopo puramente indicativo, per ogni uso specifico consultare obbligatoriamente un dottore.

Send comment