Caratteri botanici

Pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Lamiaceae. È una pianta strisciante, priva di gambo legnoso. Le foglie sono decidue, lanceolate, prive di picciolo, di color verde chiaro molto profumate, dalle quali si estrae un olio essenziale dall'intenso profumo di limone. I fiori sono piccoli biancastri o violacei.

COD: 123 Categoria: Tag:

Descrizione

Coltivazione

È una pianta che ama vivere in pieno sole e in clima mite. Non tollera le basse temperature invernali e quindi, dove queste scendono sotto lo 0° C, deve essere coltivata in vasi da porre in zone soleggiate durante la bella stagione e in luogo protetto durante i periodi freddi. Durante la stagione estiva deve essere annaffiata frequentemente in modo che il terreno non sia mai asciutto, d’inverno deve essere appena umido.

Raccolta e conservazione

Le foglie e i fiori vengono utilizzati freschi ma possono essere anche essiccati e tritati.

Uso in cucina

In cucina si usano le foglie con moderazione per dare sapore di limone nei ripieni, per aromatizzare gelatine di carne, piatti di pesce, di pollo e altri volatili, per carni di maiale e selvaggina a cui toglie un poco l’asprezza, oppure servono per preparare infusi o liquori alle erbe, per insaporire olio e aceto o marmellate, macedonie, gelatine o gelati.

Curiosità

  • Il suo nome volgare è “Yerba Buena” ed è stata consumata per secoli come tè e fitoterapia come antidolorifico (analgesico).
  • Gli indiani nativi americani la usavano ancora prima che gli “uomini bianchi” colonizzassero le Americhe.
  • Nelle Filippine è una delle 10 piante approvate dal dipartimento della Salute (DOH) come medicina alternativa efficace per curare certi tipi di dolori.
  • Prima che il suo valore medicinale fosse riconosciuto, la Yerba Buena è stata utilizzata come ingrediente in numerose cucine. Le foglie avendo un forte sapore di menta potevano essere aggiunte a cibi sia crudi che cotti.
  • Questa pianta è molto efficace per allontanare i topi e altri roditori, a causa del suo forte odore di menta che emette.
  • Un decotto sia di foglie fresche che secche è efficace per disturbi come il mal di testa, mal di denti, dolori articolari, mal di stomaco a causa di accumulo di gas e indigestione. Può servire anche come lavaggio della bocca per avere un alito fresco e profumato.

P.S.: Le proprietà terapeutiche sono inserite a scopo puramente indicativo, per ogni uso specifico consultare obbligatoriamente un dottore.

Send comment