Caratteri botanici

Pianta erbacea perenne della famiglia delle Rutacee. Cresce spontaneamente in diverse regioni italiane. Ha il fusto ramoso, alto fino ad un metro. Le foglie alterne, pennato-composte, divise in segmenti lineari o spatolati sono di colore verde-azzurrino ed emanano un forte odore. I fiori sono giallo-verdognoli e sbocciano in estate. È molto importante tenere presente che la Ruta può rivelarsi una pianta pericolosa per l'uomo.

COD: 108 Categoria: Tag:

Descrizione

Coltivazione

Si adatta molto bene a terreni poveri purché asciutti e soleggiati. Annaffiare al bisogno.

Raccolta e conservazione

Se per caso si vuole raccogliere una sommità fiorita per l’unico uso domestico consigliato, e cioè per aromatizzare grappe e acquaviti, bisogna ricordarsi che la pelle non deve assolutamente venire a contatto con il succo della Ruta. L’epoca di raccolta è da Maggio ad Agosto.

Uso in cucina

Le foglie fresche devono essere utilizzate con moderazione per insaporire varie pietanze come insalate, carni, pesce, oli e aceti balsamici. Molto utilizzata per la preparazione della grappa.

Curiosità

  • La ruta era ritenuta l’erba contro la paura, si metteva in tasca quando si dovevano affrontare situazioni pericolose. Le case in cui cresceva erano ritenute privilegiate.
  • I Romani la coltivavano e la portavano con loro quando dovevano visitare un prigioniero, in quanto, si diceva, che proteggesse dal malocchio.
  • I Cinesi la usavano per fronteggiare i pensieri negativi.
  • È presente in molte case e giardini poiché il suo forte aroma allontana gli insetti dalle piantagioni.
  • Se desiderate tenere lontano i gatti, ricorrete ad alcune piante come: erba cipollina, aglio, rosmarino, lavanda e ruta; rappresentano dei veri e propri repellenti per questi animali.
  • La ruta serve, inoltre, a tenere lontano i rospi e topi.
  • È una pianta altamente tossica e va evitato qualunque rimedio “fai da te”. In pochi sanno che toccare le foglie di ruta nei giorni molto soleggiati provoca dolorose ustioni, vesciche, gonfiori e arrossamenti alla pelle.
  • Si raccomanda, quando si raccolgono le foglie, di usare dei guanti evitando il contatto diretto con la pelle.

P.S.: Le proprietà terapeutiche sono inserite a scopo puramente indicativo, per ogni uso specifico consultare obbligatoriamente un dottore.

Send comment