Caratteri botanici

L'Origano aureo è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Labiatae. Il fusto è a portamento eretto, alto dai 50 agli 80 cm, ramificato, e ricoperto da una leggera peluria. Le foglie sono ovali-lanceolate, con margini lisci o leggermente dentati e di color dorato in estate. I fiori sono evidenti, di color rosa-porpora e fioriscono in primavera.

COD: 86 Categoria: Tag:

Descrizione

Coltivazione

È una pianta facilmente coltivabile. Predilige terreni ben drenati, posizioni soleggiate anche se, in pieno sole, le foglie tendono a scottarsi; mentre se la pianta viene coltivata all’ombra le foglie tendono a diventare verdi. Tollera la siccità. Annaffiare al bisogno.

Raccolta e conservazione

Le foglie vengono utilizzate sia fresche che secche. Si raccolgono le foglie e le estremità all’inizio della fioritura e vengono fatte essiccare in un luogo ombroso e ventilato.

Uso in cucina

L’Origano va essiccato e aggiunto a fine cottura perché solo così mantiene le sue proprietà aromatiche. Ha un gusto più delicato dell’Origano officinale. Viene impiegato per aromatizzare carne, pesce, funghi, verdure, insalate, pizza, focacce ecc.

Curiosità

  • Nell’antica Grecia, le ghirlande di origano per gli sposi erano simbolo di buon auspicio e prosperità, mentre nelle corti rinascimentali veniva posizionato sul davanzale per indicare il risveglio della donna verso il suo amante.
  • Gli Egizi erano grandi estimatori dell’origano: sia per la sua versatilità in cucina, che come valido aiuto nella conservazione delle mummie, che come unguento profumato da applicare sul corpo dopo il bagno.

P.S.: Le proprietà terapeutiche sono inserite a scopo puramente indicativo, per ogni uso specifico consultare obbligatoriamente un dottore.

Send comment