Caratteri botanici

Pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Labiatae. Fusto eretto o ascendente, ramificato e può arrivare a misurare 80 cm. Le foglie sono opposte, di color verde intenso, cosparse di cellule oleifere, ricordano l'ortica e profumano di limone. I fiori sono di color porpora pallido o bianco e fioriscono a Giugno.

COD: 65 Categoria: Tag:

Descrizione

Coltivazione

Si può coltivare in qualsiasi terreno, ma si sviluppa meglio in terreni freschi, leggeri e in zone ombrose. Annaffiare al bisogno.

Raccolta e conservazione

La conservazione della Melissa viene fatta tagliando la pianta quando è ancora in fiore: si legano i rami, si appendono e si fanno essiccare in un luogo fresco e asciutto, poi le foglie vengono poste in sacchetti.

Uso in cucina

Le foglie fresche, tagliate finemente, possono essere aggiunte alla lattuga, alle carote, ai funghi e ad altre verdure per una buona insalata. Inoltre, si accostano bene al pesce e alle carni bianche. Vengono impiegate in pasticceria per dolciumi e creme a base di arancia e limone.

Curiosità

  • Nel X secolo, gli Arabi, la consideravano un buon tonico, capace di dissipare tristezza e malumori.
  • È considerata l’erba degli ansiosi, i suoi preparati si assumono fin dall’antichità per sedare problemi nervosi e crisi di nervi. È nel tardo Medioevo che, in Europa, se ne cominciò a fare largo uso: l’acqua di Melissa era usata come tonico e come sedativo negli attacchi isterici e nelle convulsioni. In questo periodo conobbe un periodo di fama come erba medicinale, a tal punto che Carlo Magno ne aveva ordinato la coltivazione nei giardini del regno.
  • Dal XVII secolo entrò a far parte di quella composizione, allora detta miracolosa, con il nome di “Acqua di Melissa dei Carmelitani Scalzi”.
  • La Melissa è una delle piante preferite dalle api che visitano i fiori, da cui si ricava dopo, un ottimo miele. L’infuso di melissa viene considerato una medicina per le api, perché le mantiene in buona salute ed immuni da malattie.
  • L’olio essenziale ha proprietà ansiolitiche, sedative e calmanti del sistema nervoso centrale, ma anche antispasmodiche, antinfiammatorie e antibatteriche. Per le sue virtù, gli estratti di melissa sono impiegati per combattere stati d’ansia, agitazione e nervosismo, insonnia, dolori intestinali e dolori mestruali.
  • Con gli estratti di melissa si preparano anche prodotti cosmetici o per uso esterno. Tra questi shampoo, bagno doccia e creme viso. Gli shampoo a secco si utilizzano per la pulizia del pelo dei cani e dei gatti. Invece, i bagno doccia possono essere utilizzati dagli esseri umani ed hanno un effetto emolliente sulla pelle e rilassante sulla psiche.
  • Le creme viso a base di melissa sono adatte a pelli miste, hanno un effetto emolliente e proteggono dai raggi solari.
  • La melissa viene anche utilizzata per aromatizzare il tabacco da pipa.
  • Nell’industria liquoristica viene impiegata per la produzione del Vermouth e di diversi amari stomachici.

P.S.: Le proprietà terapeutiche sono inserite a scopo puramente indicativo, per ogni uso specifico consultare obbligatoriamente un dottore.

Send comment