Caratteri botanici

La Lavanda Angustifolia ”Dwarf Blue” è una pianta semi-legnosa perenne della famiglia delle Labiate. È una pianta compatta con fioritura precoce, le foglie sempreverdi sono grigio-verde. I fiori di colore viola scuro compaiono in spighe terminali in giugno con seconda fioritura a settembre. E’ una varietà molto antica e raggiunge i 50 cm di altezza.

COD: 46 Categoria: Tag:

Descrizione

Coltivazione

La pianta di Lavanda Angustifolia “Dwarf Blue” predilige terreni moderatamente fertili, ben drenati, leggermente alcalini e in posizione soleggiata. Annaffiare al bisogno. Dopo la fioritura la pianta deve essere potata per mantenere una forma ordinata. Sopporta temperature invernali fino a -28° C.

Raccolta e conservazione

La raccolta viene fatta cogliendo la spiga con il suo gambo, si fanno essiccare i mazzi messi a testa in giù, in luoghi ventilati e bui in quanto il sole farebbe perdere il colore ai fiori. Quando sono secchi si separa la spiga dal gambo e si conservano i fiori in sacchetti di carta. I fiori freschi sono utilizzati per estrarre oli essenziali dolci e aromatici di eccellente qualità. Le spighe si raccolgono all’inizio della fioritura.

Uso in cucina

I fiori di questa varietà di Lavanda sono utilizzati per aromatizzare confetture, marmellate, cioccolato e gelatine. Si possono preparare gelati, creme e dolci dall’aroma molto delicato.
Da sola o associata agli agrumi, viene usata per preparare tisane calmanti e rilassanti.
Ottima anche nel risotto e con le carni bianche.

Curiosità

  • Nei tempi antichi, la lavanda era utilizzata per l’igiene personale, alla stregua di un vero e proprio disinfettante: infatti, sia nel Medioevo che nel ‘700 era piuttosto consueto notare come le persone pulivano i pavimenti sfruttando proprio la lavanda con finalità di disinfezione.
  • In passato la spiga di lavanda era ritenuta alla stregua di un magico amuleto che fosse in grado di respingere e di allontanare qualsiasi tipo di sventura e di mostri malvagi, mentre altri popoli antichi la
    consideravano come uno speciale talismano con lo scopo unicamente di diffondere sia la ricchezza che la fecondità in tutto il mondo.
  • Il suo profumo rinfrescava le camere tenendo lontano germi, pidocchi e insetti di ogni genere.
  • La lavanda è l’essenza astrale del segno zodiacale dell’Ariete.
  • Le spighe floreali mantengono a lungo il profumo intenso e possono essere conservate in sacchetti e vasetti per profumare ambienti e armadi.
  • Difatti la lavanda ha proprietà aromatiche, sedative, purificanti, balsamiche, antisettiche, antispasmodiche, antinfiammatorie, rilassanti e riposanti.

P.S.: In Italia sono presenti diverse specie di lavanda, che dimostrano, però, tutte le medesime proprietà medicinali. Gli oli essenziali sono presenti in maniera variabile nelle diverse specie di lavanda e conferiscono quindi aromi differenti.
P.S.: Le proprietà terapeutiche sono inserite a scopo puramente indicativo, per ogni uso specifico consultare obbligatoriamente un dottore.

Send comment