Caratteri botanici

Pianta arbustiva appartenente alla famiglia delle Verbenaceae. Il suo fusto è legnoso e può arrivare a quasi 3 metri d'altezza. Le foglie sono decidue, lanceolate, prive di picciolo, di color verde chiaro molto profumate, dalle quali si estrae un olio essenziale dall'intenso profumo di limone. I fiori sono bicolori, bianco-violetti, raccolti in pannocchie terminali.

COD: 32 Categoria: Tag:

Descrizione

Coltivazione

L’Erba Luigia predilige terreni ben drenati, non tollera le basse temperature invernali e quindi si consiglia nelle zone dove queste scendono sotto lo 0° C, di coltivarla in vaso. Durante la bella stagione si può porre in una zona soleggiata. Prima di essere messa a dimora deve essere coltivata in vaso almeno per 2 anni. Annaffiare al bisogno.

Raccolta e conservazione

Raccogliere le foglie in estate quando la pianta fiorisce e farle essiccare in un luogo fresco ed ombreggiato. Conservare le foglie essiccate in un vaso di vetro: esse manterranno il loro profumo per almeno 3 anni.

Uso in cucina

Si usano le foglie fresche o secche per aromatizzare pesce, pollo, carne di maiale e selvaggina, anche per insaporire macedonie, gelati, marmellate, torte alla frutta, infusi e liquori alle erbe.

Curiosità

  • L’Erba Luigia deve il suo nome all’esploratore Augusto Lippi al quale Linneo la dedicò alla fine del 1700.
  • Il nome Erba Luigia è stato dato in omaggio a Maria Luisa di Parma, moglie
    di Carlo IV di Spagna, vissuta tra il 1700 e il 1800. Da quel momento si dice, si sia iniziato ad utilizzare la pianta sotto forma di un profumo che è ancora ampiamente usato in miscele formulate anche al
    giorno d’oggi, in marche famose, come Givenchy.
  • L’Erba Luigia è collegata alla purificazione e all’amore. Si diceva che per attirare un corteggiatore, bastava cospargere il palmo della mano con qualche goccia di olio essenziale per sfregarlo poi sulla mano delle persona amata. Questo contatto tra l’essenza e la pelle dell’amato/a costituiva un vero e proprio “incantesimo amoroso”.
  • Le proprietà della Erba luigia sono quelle di stimolare l’appetito, aiutare la digestione, eliminare i gas intestinali ed esercitare una blanda azione antispasmodica e sedativa generale.
  • Gli impacchi sugli occhi hanno un effetto rilassante e combattono gli occhi gonfi e arrossati.
  • Le foglie fresche possono essere messe in infusione per un bagno ristoratore, o per acque toniche del viso. Inoltre le foglie vengono utilizzate per profumare, deodorare e rendere stimolante il bagno caldo; inoltre, come la salvia, per pulire e deodorare , fregandoli, i denti e gengive.
  • Essiccate, sono utilizzate nei pot-pourri e per la confezione di sacchetti anti tarme. Il profumo emanato dalle foglie può durare per anni.
  • Nell’industria viene estratto un delicato olio essenziale usato in profumeria per saponi, dentifrici e cosmetici.

P.S.: Le proprietà terapeutiche sono inserite a scopo puramente indicativo, per ogni uso specifico consultare obbligatoriamente un dottore.

Send comment